LE VERITA’ NASCOSTE

Valutazione
Accettabile-riserve, crudezze
Tematica
Psicologia
Genere
Thriller
Regia
Robert Zemeckis
Durata
130'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
What lies beneath
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Clark Gregg Sarah Kernochan, Clark Gregg
Musiche
Alan Silvestri
Montaggio
Arthur Schmidt

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg.: Sarah Kernochan, Clark Gregg - Scenegg.: Clark Gregg - Fotogr.(Scope/a colori): Don Burgess - Mus.: Alan Silvestri - Montagg.: Arthur Schmidt - Dur.: 130' - Produz.: Steve Starkey, Robert Zemeckis, Jack Rapke.

Interpreti e ruoli

Michelle Pfeiffer (Claire Spencer), Harrison Ford (Norman Spencer), Katharine Towne (Caitlin Spencer), Miranda Otto (Mary Feuer), James Remar (Warren Feur), Diana Scarwid (Jody), Joe Morton (dr. Drayton), Victoria Bidewall . (Beatrice)

Soggetto

Norman Spencer e la moglie Claire sono una coppia felice e affiatata. Partita la figlia adolescente Caitlin, rimangono soli nella grande casa nel Vermont affacciata sul lago. Norman lavora nel campo della ricerca scientifica, dove é molto apprezzato e tuttavia non riesce a liberarsi dal complesso del padre, a suo tempo più famoso di lui. Per stargli vicino Claire ha rinunciato alla carriera di violoncellista ma si è creata momenti di solitudine. Ecco quindi che non può fare a meno di gettare l'attenzione sulla casa dei vicini, dalla quale arrivano gemiti e talvolta urla. Poichè anche vicino a lei le porte si aprono da sole e certi oggetti cambiano posto, Claire finisce per credere che il vicino sia un assassino che vuole uccidere la moglie. Quando lo incontra fuori lo accusa, ma subito si ritrare perché la moglie è lì con lui. Claire si sente strana e debilitata. Consigliata da Norman, va da uno psichiatra,e poi organizza alcune sedute spiritiche insieme all'amica Jodie. Al termine di un'altra serie di strani fenomeni, Claire scopre la foto di una studentessa scomparsa un anno prima: la ragazza ha la stessa catenina che lei aveva trovato in un cofanetto in fondo al lago. Collegando tutti gli indizi, Claire ricostruisce la relazione tra il marito e la ragazza. Messo alle strette, Norman confessa la relazione ma aggiunge di non averla uccisa. Claire però non gli crede e tra i due comincia un gioco di reciproci sospetti. Norman aggredisce la moglie mentre è nella vasca da bagno, vorrebbe ucciderla ma rimane fulminato dall'asciugacapelli. Claire scappa fuori di casa, Norman riprende i sensi, la insegue in macchina, entrambi finiscono nel lago. Mentre cerca di trattenere Claire, Norman viene colpito dal corpo della ragazza che lo trascina sul fondo. Claire riemerge salva.

Valutazione Pastorale

Si tratta di un thriller palesemente rivolto a recuperare certi intrecci alla Hitchcock, nei quali alla concretezza dei fatti si unisce l'attenzione per una dimensione più sottile di taglio psicanalitico. Claire (vera ed unica protagonista) diventa infatti a poco a poco la vittima designata e involontaria di un meccanismo abile e malvagio che prende pieghe impreviste solo perchè lei non vuole rassegnarsi e si ribella: il piano studiato da Norman va in pezzi,e ancora una volta il delitto non paga. Pur rifacendosi ad illustri precedenti, il copione tuttavia non sempre risulta azzeccato: l'andamento è spezzato da ripetizioni, passaggi superflui, qualche incongruenza. Così a riscattare i momenti meno convincenti sul piano narrativo, ci pensa la regia di Zemeckis: cadenzata con rigore geometrico nel distillare la suspence e nel creare a livello visivo atmosfere di immediato coinvolgimento. Nell'insieme un film di solido e robusto mestiere, che si inserisce bene in un 'genere' (il thriller, appunto) da sempre apprezzato e seguito. Dal punto di vista pastorale, il film pone attenzione alla necessità di un recupero dell'equilibrio e della verità, é da valutare come accettabile, segnalando riserve per qualche crudezza un po' insisitita e superflua. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria. Da recuperare come spettacolo di intrattenimento, e proposta per appassionati del 'genere'. Attenzione per i più piccoli in occasione dei passaggi televisivi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film