LIMITLESS

Valutazione
Consigliabile, semplice
Tematica
Fantascienza, Giallo - Triller, Metafore del nostro tempo
Genere
Thriller
Regia
Neil Burger
Durata
105'
Anno di uscita
2011
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Limitless
Distribuzione
Eagle Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Leslie Dixon tratto dal romanzo "The Dark Fields" di Alan Glynn
Musiche
Paul Leonard Morgan
Montaggio
Naomi Geraghty, Tracy Adams

Orig.: Stati Uniti (2011) - Sogg.: tratto dal romanzo "The Dark Fields" di Alan Glynn - Scenegg.: Leslie Dixon - Fotogr.(Scope/a colori): Jo Willems - Mus.: Paul Leonard Morgan - Montagg.: Naomi Geraghty, Tracy Adams - Dur.: 105' - Produz.: Leslie Dixon, Scott Kroopf, Ryan Kavanaugh, Adam Fields.

Interpreti e ruoli

Bradley Cooper (Eddie Morra), Robert De Niro (Carl Van Loon), Anna Friel (Melissa), Andrew Howard (Gennady), Abbie Cornish (Lindy), Johnny Whitworth (Vernon), Robert John Burke (Pierce), Darren Goldstein (Kevin Doyle), Cindy Katz . (Maria Sutton)

Soggetto

Aspirante scrittore in pieno blocco creativo, Eddie scopre per caso l'NTZ, una pillola in grado di amplificare del 100% il potenziale creativo. Con nuove doti, Eddie diventa in breve tempo un mago di Wall Street, ricco e ricercato da famosi finanzieri. Si trova però anche inseguito da una banda di gangster russi, e la sua necessità di continuo approvvigionamento gli crea grossi pericoli...

Valutazione Pastorale

Tutti vorremmo fare tutto al meglio, secondo i nostri più arditi desideri. Ci possiamo riuscire solo alterando il nostro cervello e cambiando le nostre capacità razionali. Il successo ottenuto così non dura, e anzi ben presto porta alla scomparsa del nostro libero arbitrio: non decidiamo più niente, la pillola decide per noi. Dovrebbe avere questa valenza ammonitrice, il copione ispirato ad un romanzo di successo e che fa dire al protagonista Cooper: "Se si prendono scorciatoie, c'è sempre un prezzo da pagare, ed è un rischio che io non prendo". Le buone intenzioni ci sono, anche se nel racconto prevale un taglio adrenalinico fatto di azioni dure e senza troppa riflessione. Un quasi 'thriller', un quasi apologo di 'fantascienza': un racconto che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile e semplice, quanto a svolgimento, a modi del narrare, a spettacolarità. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, con attenzione per minori e piccoli: per questi qualche cautela è da tenere anche in vista di passaggi televisivi o di uso di dvd e di altri supporti tecnici.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film