MANUALE D’AMORE

Valutazione
Accettabile, brillante
Tematica
Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Giovanni Veronesi
Durata
108'
Anno di uscita
2005
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
Filmauro
Soggetto e Sceneggiatura
Ugo Chiti, Giovanni Veronesi Ugo Chiti, Giovanni Veronesi da un'idea di Vincenzo Cerami
Musiche
Paolo Buonvino
Montaggio
Claudio Di Mauro

Orig.: Italia (2005) - Sogg.: Ugo Chiti, Giovanni Veronesi da un'idea di Vincenzo Cerami - Scenegg.: Ugo Chiti, Giovanni Veronesi - Fotogr.(Normale/a colori): Giovanni Canevari - Mus.: Paolo Buonvino - Montagg.: Claudio Di Mauro - Dur.: 108' - Produz.: Aurelio De Laurentiis.

Interpreti e ruoli

Silvio Muccino (Tommaso), Jasmine Trinca (Giulia), Margherita Buy (Barbara), Sergio Rubini (Marco), Luciana Littizzetto (Ornella), Dino Abbrescia (Gabriele), Rodolfo Corsato (Alberto Marchese), Carlo Verdone (Goffredo), Anita Caprioli (Livia), Sabrina Impacciatore (Luciana), Luis Molteni (avvocato), Dario Bandiera (Piero)

Soggetto

L'INNAMORAMENTO - Il giovane Tommaso, disoccupato, vede la coetanea Giulia, se ne innamora, la corteggia con insistenza, fino a quando le chiede di sposarlo, e lei accetta. LA CRISI - Nello stesso albergo dove Giulia e Tommaso sono in viaggio di nozze, si trovano anche Barbara e Marco, marito e moglie. Quando tornano a casa a Roma, i due devono fare i conti con un rapporto in forte crisi. Lui non si sente pronto per avere figli, lei non capisce i dubbi di lui. Mentre, su una panchina, si lasciano andare ad un abbraccio, Marco vede che la sua macchina sta per essere portata via dal carro attrezzi. ABBANDONO - Ad ordinare la rimozione é la vigilessa Ornella, che poi si fa convincere a non procedere. Nei giorni successivi Ornella verifica di persona che il marito Gabriele la tradisce. Va via di casa con il figlioletto, e rifiuta ogni proposta di riconciliazione. Solo dopo avere avuto un rapido rapporto con Alberto, inquilino nel palazzo e giornalista televisivo, Ornella decide che è il momento di tornare a casa. ABBANDONO - Nella libreria dove Tommaso lavora, il dentista Goffredo acquista un audiolibro intitolato 'Manuale d'amore'. Goffredo non sa darsi pace per essere stato abbandonato dalla moglie, e invano prova a ricontattarla. La sua disperazione lo porta un giorno sul mare e poi in un locale sulla spiaggia gestito dalla giovane Livia. I due fanno amicizia, e poi lui decide di fermarsi da lei. Livia é la sorella di Tommaso.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una commedia che cerca di replicare ai giorni nostri la fortunata stagione del film ad episodi, di lunghezza variabile, talvolta indipendenti, talaltra (come in questo caso) tenuti insieme da qualche esile punto di contatto. Parlando genericamente di amore e affrontando qualche variante, più o meno originale, delle mille sfumature degli affetti, il copione vuole essere una sorta di piccolo compendio degli affanni sentimentali, un diario minimo di inciampi, bugie, sincerità, incomprensioni. Si può dire che non ci sia niente di nuovo, ma l'impaginazione dei quattro episodi é abbastanza controllata e non sgradevole, affidata ad un miscela, che mette insieme le vecchie (é già tale Carlo Verdone) e le nuove generazioni (Silvio Muccino), il cinema da grande schermo (Margherita Buy), e quello paratelevisivo (Luciana Littizzetto). Sostenuta da una indovinata colonna sonora, da una comicità da feuilleton (tipo 'Cielo, mio marito!)e da qualche furbo ammiccamento, la commedia italiana si prende la propria rivincita e arriva in porto senza infamia e senza lode. Non privo di qualche spunto propositivo (il percorso dei due giovani nel primo episodio), il film, dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile, e nell'insieme brillante. UTILIZZAZIONE: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria. Qualche attenzione per i minori in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film