MEN OF HONOR-L’onore degli uomini

Valutazione
Accettabile, realistico
Tematica
Politica-Società, Razzismo
Genere
Drammatico
Regia
George Tillman jr.
Durata
128'
Anno di uscita
2001
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Men of honor
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Scott Marshall Smith basato sulla vita di Carl Brashear
Musiche
Mark Isham
Montaggio
John Carter

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg.: basato sulla vita di Carl Brashear - Scenegg.: Scott Marshall Smith - Fotogr.(Scope/a colori): Anthony B.Richmond - Mus.: Mark Isham - Montagg.: John Carter - Dur.: 128' - Produz.: Robert Teitel, Bill Badalato.

Interpreti e ruoli

Robert De Niro (Billy Sunday), Cuba Gooding Jr. (Carl Brashear), Charlize Theron (Gwen), Aunjanue Ellis (Jo), Hal Holbrook (Pappy), Michael Rapaport (Snowhill), Powers Boothe (cap. Pullman), David Keith (cap. Hartigan), Holt McCallany (Rourke), Joshua Leonard (Isert)

Soggetto

Anni '50. Nelle campagne del Kentucky Carl Brashear, giovane di colore, ha progetti molto precisi per il proprio futuro. Pur essendo figlio di un agricoltore, si arruola in Marina, che da poco si è aperta alle minoranze etniche. Per due anni scrive lettere, prima di essere ammesso nel programma della scuola Sub. L'ufficiale istruttore, Bill Sunday, non vuole però sentir parlare nè di Carl nè delle sue ambizioni. Sunday è oggi un ufficiale della Marina addetto ai corsi e diventato famoso non solo per i guai che ha sempre creato a motivo del suo difficile carattere ma anche per gli straordinari risultati ottenuti come sommozzatore. Nel corso delle lezioni, Sunday crea a Carl tutti gli ostacoli possibili, aspettando che il ragazzo crolli e si ritiri. Non é così, e anzi Carl si afferma ad alto livello e partecipa a molte missioni. In una di queste, anni dopo, perde una gamba, viene curato e indicato per la pensione. Carl però ancora una volta si ribella e vuole affidarsi alla riabilitazione per tornare operativo. In questo sforzo si trova a fianco proprio Sunday, che ora lo sostiene: anche in tribunale dove il caso é arrivato e che emette sentenza a favore dell'impegno di Carl. Quando arriva il momento naturale della pensione, Carl ha il grado di Capo Istruttore Subacqueo, il più alto cui possa aspirare un soldato di leva.

Valutazione Pastorale

Carl Brashear é personaggio realmente esistito, e insolito è lo sfondo sul quale si muove la sua storia: quello dei sommozzatori militari. Lo sceneggiatore dice di aver lavorato a stretto contato con lui. Cos' gran parte del copione si basa su eventi realmente accaduti, mentre è di pura invenzione il personaggio di Bill Sunday, nel quale tuttavia si ritrovano i tratti di molti ufficiali della Marina incontrati da Carl nella sua carriera. Il dramma militare è dunque di stampo prettamente tradizionale: un antagonismo individuale, la forza di volontà dell'individuo, i pregiudizi razzisti da superare, il tutto a maggior gloria della bandiera a stelle e strisce. Niente di nuovo, si potrebbe dire, ma tutto, come al solito, è impeccabile e assolutamente ben calibrato. Ci sono avventura, suspence, dramma e melodramma, romanticismo, lieto fine: gli ingredienti di un cinema americano che si propone obiettivi civili e di denuncia ma non dimentica di fare spettacolo e di essere commerciale. In sostanza, dal punto di vista pastorale, il film, che ha elementi tutti positivi, è da valutare come accettabile, e realistico proprio per il quadro storico che aiuta a ricomporre. UTILIZZAZIONE: il film è da utilizzare in programamzione ordinaria, e, in altre occasioni, come equilibrato passatempo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film