MICKEY OCCHI BLU

Valutazione
Futile, banale
Tematica
Mafia
Genere
Farsesco
Regia
Kelly Makin
Durata
103'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Mickey blue eyes
Distribuzione
United International Pictures
Musiche
Basil Poledouris
Montaggio
David Freeman

Orig.: Stati Uniti (1999) - Sogg. e scenegg.: Marc Lawrence, Adam Scheinmann, Robert Kuhn - Fotogr.(Panoramica/a colori): Donald E.Thorin - Mus.: Basil Poledouris - Montagg.: David Freeman - Dur.: 103' - Produz.: Elizabeth Hurley, Charles Mulvehill per Simian Films Production /Castle Rock.

Interpreti e ruoli

Hugh Grant (Michael Felgate), Jeanne Tripplehorn (Gina Vitale), James Caan (Frank Vitale), Burt Young (Vito Graziosi), James Fox (Philippe Cromwell), Joseph Viterelli.

Soggetto

Banditore d'aste di origine inglese, Michael lavora a New York e ama l'italoamericana Gina Vitale. Fidanzati ormai da tempo, una sera Michael chiede a Gina di sposarlo ma inaspettatamente si sente opporre un rifiuto. Solo più tardi Gina trova la forza per spiegargli che suo padre Frank é uno dei capimafia della città e le ha sempre rovinato ogni relazione sentimentale, cercando di coinvolgere i fidanzati nei suoi loschi traffici. Michael dice che con lui le cose andranno diversamente, non avrà nulla a che vedere con la 'famiglia'. Ma non appena entra in confidenza con Frank, Michael si vede costretto al primo favore: mettere all'asta i terribili quadri del figlio dello zio Vito. E subito dopo in ufficio arriva l'FBI. Ormai il ghiaccio é rotto. Per non far preoccupare Gina, Michael si vede costretto a sotterfugi ancora maggiori. Coinvolto in un omicidio, chiede aiuto a Frank per sbarazzarsi del cadavere. Gina rompe il fidanzamento, mentre i parenti dell'ucciso vogliono eliminare Michael che, vista la mala parata,si trasforma nel cattivo e temuto Mickey occhi blu. Per mettere fine alla caccia, l'FBI elabora un piano che prevede il matrimonio tra Michael e Gina. Durante il ricevimento, Frank fa finta di uccidere Michael, anche Gina viene colpita. E a questo punto l'FBI arresta i colpevoli. Gina è viva ma si sente presa in giro e scappa. Michael la insegue. Nel parco riesce a fermarla e a spiegarle tutto. Ora i due possono sposarsi sul serio.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una farsa che più stiracchiata, noiosa e stupida sarebbe difficile immaginare. Si fatica a rintracciare nel copione, nei dialoghi o nei personaggi qualcosa di originale; tutto é scontato e risaputo, si va avanti per stereotipi, a partire dai soliti italo americani inevitabilmente mafiosi. Commedia brillante mancata, il film non diverte e non appassiona, forse anche per l'espressione piatta e insignificante di Hugh Grant nel ruolo di Michael. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come futile, e banale nel suo svolgimento dall'inizio alla fine. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, tenendo conto di quanto detto sopra. Non si vedono altre forme di utilizzazione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV