PIANO, SOLO

Valutazione
Discutibile, problematico
Tematica
Famiglia, Malattia, Musica
Genere
Drammatico
Regia
Riccardo Milani
Durata
104'
Anno di uscita
2007
Nazionalità
Francia, Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
01 Distribution
Soggetto e Sceneggiatura
Ivan Cotroneo, Claudio Piersanti, Sandro Petraglia, Riccardo Milani Ivan Cotroneo, Claudio Piersanti tratto dal libro "Il disco del mondo
Musiche
Lele Marchitelli
Montaggio
Marco Spoletini

Orig.: Italia/Francia (2007) - Sogg.: Ivan Cotroneo, Claudio Piersanti tratto dal libro "Il disco del mondo - vita breve di Luca Flores, musicista" di Walter Veltroni - Scenegg.: Ivan Cotroneo, Claudio Piersanti, Sandro Petraglia, Riccardo Milani - Fotogr.(Panoramica/a colori): Arnaldo Catinari - Mus.: Lele Marchitelli - Montagg.: Marco Spoletini - Dur.: 104' - Produz.: Carlo Degli Esposti con Giorgio Magliulo, Andrea Costantini.

Interpreti e ruoli

Kim Rossi Stuart (Luca Flores), Jasmine Trinca (Cinzia), Paola Cortellesi (Barbara Flores), Mariella Valentini (Heidi Flores), Corso Salani (Pablo Flores), Michele Placido (Giovanni Flores), Roberto De Francesco (Raffaele), Claudio Gioè (Alessandro), Konrad Podolny (Luca bambino), Sandra Ceccarelli (Jolanda Flores), Alba Rohrwacher (Marta)

Soggetto

La morte della madre in un incidente stradale in Africa segna profondamente la vita di Luca Flores. Cresciuto e tornato in Italia, Luca a Firenze si diploma in pianoforte, ma non vuole diventare un pianista classico. Incontrati alcuni giovani innamorati del jazz, si fa contagiare dalla loro passione, mettono insieme un gruppo che si esibisce con successo in vari locali e li fa conoscere a livelli nazionale e internazionale. Luca però non riesce ad essere soddisfatto di se stesso, è scontento e turbato sul lavoro e nella sua vicenda sentimentale con Cinzia. La malattia lo sta aggredendo, e sempre più frequenti sono i momenti in cui cade preda dell'autolesionismo. Nel 1995, poco prima di compiere i quaranta anni, muore suicida.

Valutazione Pastorale

Il personaggio, come si sa, é autentico. Vera la sua tragica parabola che lo spinse al suicidio. La sceneggiatura lo segue con aderenza, cercando di scandire le tappe di una difficile esistenza, condizionata dall'episodio iniziale della morte della mamma e mai veramente sostenuia dal resto della famiglia. Se il recupero della vicenda resta un bel gesto-omaggio alla figura di Luca, forse ad essere meno riuscita è la regia di Milani, troppo precisa, troppo 'pulita', dedita a cercare la bella immagine fino al calligrafismo. Il dramma di Flores un po' si perde in certi passaggi meno sorvegliati con toni di melò. Tuttavia il senso di solitudine del protagonista emerge, mentre meno approfondito risulta il contorno della sua famiglia. Tra momenti riusciti e altri meno risolti, il film, dal punto di vista pastorale, é da valutare come discutibile, e problematico. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, con attenzione per la presenza di bambini e moinori. Stessa cura è da tenere in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca Film - SerieTv
Ricerca Film - SerieTV