PRIMA O POI MI SPOSO

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Matrimonio - coppia
Genere
Commedia
Regia
Adam Shankman
Durata
100'
Anno di uscita
2001
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The wedding planner
Distribuzione
Eagle Pictures
Musiche
Mervyn Warren
Montaggio
Lisa Zeno Churgin

Orig.: Stati Uniti (2000) - Sogg. e scenegg.: Pamela Falk & Michael Ellis - Fotogr.(Scope/a colori): Julio Macat - Mus.: Mervyn Warren - Montagg.: Lisa Zeno Churgin - Dur.: 100' - Produz.: Gigi Pritzker, Deborah Del Prete.

Interpreti e ruoli

Jennifer Lopez (Mary Fiore), Matthew McConaughey (Steve Edison), Bridget Wilson-Sampras (Fran Donolly), Justin Chambers (Massimo), Judy Greer . (Penny), Alex Rocco (Salvatore), Joanna Gleason (sig.ra Donolly), Charles Kimbrough (sig.Donolly), Kevin Pollak (John Dojny), Francis Bay . (Dottie)

Soggetto

A San Francisco, Mary Fiore é apprezzata come la più prestigiosa organizzatrice di matrimoni. Mentre festeggia il suo più recente e remunerativo incarico (il matrimonio della magnate di internet Fran Donolly), Mary ha un banale incidente per strada. Sta per essere travolta da un cassonetto, quando a salvarla arriva Steve. giovane medico. Mary, che non ha mai pensato seriamente a se stessa, crede che Steve possa essere l'uomo della sua vita, e passa con lui una bella serata. Ma tutto il suo castello crolla, quando scopre che in realtà Steve é il futuro sposo di Fran, e che lei appunto organizzerà quel matrimonio. Mary è dunque pronta al peggio, e in più arriva suo padre Salvatore il quale, deciso a mettere ordine nella vita sentimentale della figlia, combina il suo matrimonio con Massimo, fatto arrivare dalla Sicilia. Mary ora deve affrontare un terribile dilemma. Dopo molte indecisioni, si arrende e dice sì alla richiesta di Massimo. Il giorno del matrimonio di Fran, Mary ad un certo punto va via. Fran e Steve si appartano, parlano, capiscono che la loro unione non funzionerebbe, rinunciano. Steve allora chiede di Mary, e gli rispondono che è andata a sposarsi in municipio. Qui anche il padre di Mary è all'ultimo colto da dubbi, capisce di aver sbagliato a volersi imporre e dice alla figlia che se vuole è giusto che rinunci. Mary allora va sotto l'albero nel parco. Qui arriva poco dopo Steve. Si abbracciano, si baciano.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una commedia che si inserisce in un filone molto sfruttato ma sempre attuale. Il genere infatti è quello sentimentale-brillante, che ha come riferimento i perfetti meccanismi della 'sophisticated comedy' anni Quaranta-Cinquanta. Il tono qui è quello decisamente medio, senza alti né bassi, ma senza sbavature, nè volgarità, né eccessi visivi. Come si conviene, il lieto fine è già scritto fin da poco dopo l'inizio, e si contano solo le occasioni che in qualche modo lo ritardano e allungano l'attesa. Il film é soprattutto funzionale alla ulteriore definizione come protagonista della cantante-attrice Jennifer Lopez, che qui però diventa una ragazza di origini siciliane. La cornice è quella tipica della società altoborghese californiana. Tutto scorre con pochi sussulti, e il film, dal punto di vista pastorale, è da valutare come accettabile, e decisamente semplice. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria, e proposto come passatempo di immediata e spensierata fruizione.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film