RESTORATION – IL PECCATO E IL CASTIGO **

Valutazione
Complesso, Discutibile, Dibattiti
Tematica
Potere
Genere
Drammatico
Regia
Michael Hoffman
Durata
117'
Anno di uscita
1997
Nazionalità
Gran Bretagna
Titolo Originale
RESTORATION
Distribuzione
Cecchi Gori Distribuzione
Soggetto e Sceneggiatura
Rubert Walters basato sull'omo
Musiche
James Newton Howard
Montaggio
Garth Craven

Sogg.: basato sull'omo-nimo romanzo di Rose Tremain - Scenegg.: Rubert Walters - Fotogr.: (nor-male/ a colori) Oliver Stapleton - Mus.: James Newton Howard - Montagg.: Garth Craven - Dur.: 117' - Produz.: Cary Brokaw, Sarah Ryan Black, Andy Paterson

Interpreti e ruoli

Robert Downey Jr. (Robert Merivel), Meg Ryan (Katherine), Hugh Grant (Elias Finn), Sam Neill (Re Carlo II), Polly Walker (Celia), David Thewlis (John Pearce), Ian Mckellen (Will Gates), Mary Macleod, Ian Mc Diarmid, Mark Letheren, Sandy Mc Dade, Rosalind Bennett, Willie Ross, Benjamin Whitrow

Soggetto

Nella Londra del 1600, il giovane Robert, studente di medicina, viene chiamato a corte per curare uno dei cani di Sua Maestà Carlo II. Casualmente il cane guarisce, Robert viene chiamato a far parte della corte, si lascia andare ad una vita lussuosa e abbandona gli studi. Quando il Re gli chiede di diventare il marito di facciata della sua amante Celia in cambio di un titolo e di una proprietà, Robert sul momento accetta ma poi si innamora della ragazza. Subito il re gli toglie terreno e titolo, Robert senza lavoro e senza dimora, si rifugia dal vecchio compagno di studi John, che si occupa di una casa per malati di mente. Qui conosce Katharine, una paziente, insieme vanno a Londra dove infuria la peste e Robert ritrova lo slancio per impe-gnarsi come medico. Katharine muore, dando alla luce una bambina, mentre il prodigarsi di Robert lo fa di nuovo convocare a corte, dove, in incognito, riesce a guarire Celia. Convinto che la propria figlioletta sia morta in un incendio, Robert sviene. Quando si risveglia è di nuovo nella sua terra. Il re arriva con la bambina in braccio e lo informa di avergli restituito titolo e pro-prietà.

Valutazione Pastorale

Grande affresco storico, realizzato con attenzione alla fedeltà dei fatti e degli ambienti, il film ha una carica drammatica forte e coinvolgente. Viene posto in primo piano il dilemma tra responsabilità mora-le e scelta individuale, con conseguenti implicazioni che toccano il problema del rispetto della scienza come servizio agli altri, quello dell'uso del potere e dello spazio da dare ai sentimenti, quello più generale del conciliare vita di piacere e ricerca di valori. Il protagonista diventa quindi il prototipo di un momento storico di passaggio e di una società in via di trasformazione, con tutti i laceranti contrasti che accompagnano questi periodi. In questa prospet-tiva, dal punto di vista pastorale, accanto ad alcuni momenti meno sorveglia-ti, il film si pone indubbiamente come occasione seria e complessa per recu-perare una storia passata che però ha molto da dire anche nei confronti delle nostre problematiche quotidiane. Utilizzazione: Molto suggestivo nella cornice storica e coinvolgente nella psicologia dei personaggi, il film può essere utilizzato anche in programma-zione ordinaria, con una doverosa attenzione per i minori. In situazioni più mirate , il film è adattissimo per riflettere sugli argomenti già in parte sopra accennati, e altri, quali: il ruolo della medicina, scienza e potere, le classi sociali, il rapporto tra cinema e Storia.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film