ROBOTS

Valutazione
Raccomandabile, poetico**
Tematica
Cinema nel cinema, Famiglia - genitori figli, Film per ragazzi
Genere
Film d'animazione
Regia
Carlos Saldanha, Chris Wedge
Durata
91'
Anno di uscita
2005
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Robots
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Soggetto e Sceneggiatura
David Lindsay Abaire, Lowell Ganz, Babaloo Mandel Jim McClain, Ron Mita
Musiche
John Powell
Montaggio
John Carnochan

Orig.: Stati Uniti (2005) - Sogg.: Jim McClain, Ron Mita - Scenegg.: David Lindsay Abaire, Lowell Ganz, Babaloo Mandel - Mus.: John Powell - Montagg.: John Carnochan - Dur.: 91' - Produz.: John Donkin, William Joyce, Jerry Davis.

Interpreti e ruoli

Rodney Copperbottom (voce italiana: DJ Francesco), Fender (v.i.: Carlo Valli), Piper Pinwheeler . (v.i.: Alessia Amendola)

Soggetto

Nel mondo futuribile dei robots, Rodney Copperbottom, robottino di umili origini, sogna di fare l'inventore. Incoraggiato dal padre, malandato di salute ma costretto ancora a lavorare come lavapiatti, Rodney va nella capitale Robot City, deciso ad incontrare Bigweld, mitico fondatore di un' industria che con la sua fantasia ha portato speranza e progresso a tutti robots. Bigweld all'improvviso é sparito, e la società é ora controllata dall'avido Ratchet che, appoggiato dalla madre Gasket, mira alla rottamazione di tutti gli esemplari vecchi per poi vendere a caro prezzo nuovi componenti. Cacciato da Ratchet, Rodney fa amicizia con Fender e la sua famiglia e decide di riparare i robots di vecchia generazione. Poi, con l'aiuto di Cappy, collega di Ratchet, riesce a rintracciare Bigweld e a convincerlo a tornare alla carica. Ratchet e Gasket tentano di ucciderli tutti nella fonderia, ma ormai tutta la città é in rivolta e interviene per salvarli. Rodney può ora tornare a casa con nuovi pezzi di ricambio per il padre, e Bigweld lo nomina suo successore.

Valutazione Pastorale

Impostosi all'attenzione con il precedente "L'era glaciale", Chris Wedge conferma capacità inventive, fantasia, fertilità visiva. 'Il mondo salvato dai robots' si potrebbe intitolare questa bella favola nella quale tutti i possibili strumenti tecnici sono messi al servizio di un'animazione calda e piena di sensibilità. Dalla nascita all'affermazione al soccorso per il vecchio genitore, l'avventura di Rodney è quella di un giovane che si tuffa nelle insidie di un mondo malvagio tentando con la propria pulita coerenza di cambiarne almeno una piccola parte. Il rimando alla nostra vita quotidiana, ai pericoli che l'essere umano corre di essere rottamato, e di non potersi riconvertire sono tanto palesi quanto leggeri, mai pedanti né didascalici. Pregevole per originalità, il copione é anche denuncia di certa robotizzazione della nostra epoca, della necessità di recuperare un umanesimo delle macchine e di dare spazio al talento dei giovani. Tanti spunti proposti con sincerità, insieme al richiamo alla famiglia e agli affetti autentici rendono di notevole spessore un film che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come raccomandabile e poetico. UTILIZZAZIONE: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e da recuperare in molte occasioni come svago intelligente anche per bambini e adolescenti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film