RUSH

Valutazione
Consigliabile, Problematico
Tematica
Metafore del nostro tempo, Sport
Genere
Drammatico
Regia
Ron Howard
Durata
123'
Anno di uscita
2013
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Rush
Distribuzione
01 Distribution
Musiche
Hans Zimmer
Montaggio
Dan Hanley, Mike Hill

Orig.: Stati Uniti (2013) - Sogg. e scenegg.: Peter Morgan - Fotogr.(Scope/a colori): Anthony Dod Mantle - Mus.: Hans Zimmer - Montagg.: Dan Hanley, Mike Hill - Dur.: 123' - Produz.: Andrew Eaton, Eriv Fellner, Brian Oliver, Peter Morgan, Brian Grazer, Ron Howard.

Interpreti e ruoli

Chris Hemsworth (James Hunt), Daniel Bruhl (Niki Lauda), Olivia Wilde (Suzy Miller), Alexandra Maria Lara (Marlene Lauda), Pierfrancesco Favino (Clay Regazzoni), Natalie Dormer (infermiera Gemma), Christian Mckay (Alexander Hesketh), Jay Simpson (Clive), Alessandro De Marco (Daniele Audetto), Andy Joy . (Darren Stone)

Soggetto

Nel mondo della Formula 1, James Hunt e Niki Lauda diventano sul finire degli anni Settanta i protagonisti di una rivalità che infiamma il pubblico e la critica.

Valutazione Pastorale

Per gran parte il copione si basa su fatti autentici. E anche i rispettivi profili caratteriali corrispondono (dovrebbero corrispondere) al vero: A partire dal 1976, James Hunt è il simpatico, spaccone, estroverso e sempre eccessivo; mentre Niki Lauda è l'antipatico, perfettino, prudente, legato ad un'unica donna. Ma lo studio psicologico serve a poco al regista, se non per far partecipare meglio lo spettatore (magari più giovane) a quello che vede, e a creare le premesse per lo spettacolo delle corse. Qui Ron Howard offre il meglio di sè attraverso una messa in scena di incalzante respiro. Sequenze nervose, scatti al diapason, emozioni sul bruciante filo di lana. Le immagini 'nuove' si incrociano con quelle di repertorio, offrendo una mescolanza tesa e accattivante: emergono i temi della competizione come realizzazione di sè, dell'essere campione di fronte agli altri, del sentirsi pedine di operazioni commerciali alle quali è difficile opporsi. Spettacolo notevole per un film che, dal punto di vista pastorale, è da valutare come consigliabile e nell'insieme problematico.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito in altre occasioni come prodotto di alto livello nell'ambito del genere biografico/sportivo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film