SPEED **

Valutazione
Discutibile, Crudezze
Tematica
Genere
Thrilling
Regia
Jan De Bont
Durata
115'
Anno di uscita
1994
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
SPEED
Distribuzione
Fox
Soggetto e Sceneggiatura
Graham Yost
Musiche
Mark Mancina
Montaggio
John Wright

Sogg. e Scenegg.: Graham Yost - Fotogr.: (scope/a colori) Andrzej Bartkowiak - Mus.: Mark Mancina - Montagg.: John Wright - Dur.: 115' - Produz.: Mark Gordon

Interpreti e ruoli

Keanu Reeves (Jack Traven), Dennis Hopper (Howard Payne), Sandra Bullock (Annie), Joe Morton (Capitano Mc Mahon), Jeff Daniels (Harry), Alan Ruck (Stephens), Glenn Plummer (Jaguar Owner), Richard Lineback, Beth Grant, Hawthorne James, Carlos Carrasco, David Kriegel, Natsuko Ohama

Soggetto

in un grattacielo un ascensore viene minato da un malvivente, che ha assassinato un vigilante per introdursi nello scantinato perchè vuole molti milioni di dollari per salvare coloro che l'ascensore trasporta: l'agente speciale Jack Traven e il collega Harry, esperto di esplosivi, intervengono e riescono a sventare il piano criminale. Irritato per l'insuccesso e per il premio conferito a Jack ed Harry, il malvivente mette una bomba su un autobus pubblico: il mezzo, superando le 50 miglia orarie, innesca un ordigno che esploderà, qualora l'autobus marciasse a velocità inferiore. Jack, avvertito dal folle, riesce a salire sull'automezzo che viene dirottato su un'autostrada in costruzione, dopo che è stato consentito all'autista, ferito da un terrorista, presente a bordo per caso, e che ha pensato che Jack sia salito per lui, di essere trasbordato. Alla guida si pone una donna, Annie, che ha avuto dei guai per eccesso di velocità ma ora deve mettere a frutto tutte le sue qualità di pilota, soprattutto per superare una paurosa interruzione stradale. Poi l'autobus inizia a percorrere la pista dell'aereoporto, mentre Jack, con un carrello, sotto il pianale dell'automezzo in corsa, tenta invano di disinnescare l'ordigno. Frattanto le ricerche hanno individuato il criminale: è un ex artificiere della polizia, Howard Payne, che ha perso due dita sul lavoro e vuole per questo evidentemente un'indennità extra. Harry e la sua squadra vanno ad arrestarlo, ma lui fa saltare in aria la casa. La polizia, scoperto che Howard ha collocato una telecamera a bordo, inserisce nel collegamento televisivo un breve loop dell'autobus, che intanto sta esaurendo il carburante, e riesce a trasbordare gli ostaggi in extremis, prima che l'automezzo urti contro un aereo, esplodendo. All'appuntamento-trappola per la consegna del denaro, Payne sequestra Annie, e fugge col denaro sulla metropolitana. Ma i soldi sono marcati: Howard adirato, si scaglia contro Jack, salito sul tetto del convoglio, e tenta di ucciderlo facendolo cadere, ma nella colluttazione precipita. Privo di conduttore perchè ucciso da Payne, il convoglio fuoriesce dal cantiere e si arresta in mezzo alla strada tra la curiosità dei passanti, che assistono stupiti alle effusioni sentimentali di Annie e Jack.

Valutazione Pastorale

ci sono due episodi crudi in questo film: l'uccisione del guardiano all'inizio, e l'eliminazione dei poliziotti giunti ad arrestare il folle. Ma notando che bene e male qui sono chiaramente descritti, dall'inizio alla fine, il lavoro non risulta negativo. Anche se la verosimiglianza invocata da regista e produttori sembra alquanto precaria in alcuni episodi, per il resto si evidenzia un ritmo frenetico e soluzioni spettacolari avvincenti. Gli abbozzi psicologici, seppur prevedibili, del folle e del poliziotto sono bene descritti.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film