STAR WARS EPISODIO III La vendetta dei Sith

Valutazione
Accettabile, Semplice
Tematica
Amicizia, Avventura, Fantascienza, Male, Potere
Genere
Fantascienza
Regia
George Lucas
Durata
139'
Anno di uscita
2005
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Star Wars: Episode III - Revenge of the Sith
Distribuzione
20th Century Fox Italia
Musiche
John Williams
Montaggio
Roger Barton, Ben Burtt

Orig.: Stati Uniti (2005) - Sogg. e scenegg.: George Lucas - Fotogr.(Scope/a colori): David Tattersall - Mus.: John Williams - Montagg.: Roger Barton, Ben Burtt - Dur.: 139' - Produz.: Rick McCallum.

Interpreti e ruoli

Ewan McGregor (Obi-Wan Kenobi), Natalie Portman (Padmé), Hayden Christensen (Anakin Skywalker), Ian McDiarmid (Cancelliere Palpatine), Samuel L.Jackson (Mace Windu), Jimmy Smits (Senatore Bail Organa), Christopher Lee (Cont Dooku), Keisha Castle Hughes (regina di Naboo), Jay Laga'aia (capitano Typho), Bruce Spence (Tion Medon), Wayne Pygram (governatore Tarkin), Temuera Morrison (comandante Cody)

Soggetto

Sono passati tre anni di dure battaglie, e la guerra dei cloni sembra ormai arrivata alla conclusione. Il Consiglio degli Jedi decide allora di affidare a Obi-Wan Kenobi il compito di catturare gli ultimi due capi separatisti, il generale Grievous comandante dell'esercito dei Druidi, e il conte Dooku. Intanto però a Coruscant il cancelliere Palpatine ha accresciuto in maniera notevole il proprio potere. Ora costui si sente talmente forte da poter affrontare direttamente Anakin Skywalker e comunicargli il piano che prevede la trasformazione della Repubblica in Impero. Palpatine fa vedere a Anakin i poteri che gli garantirà l'uso del lato oscuro della forza e il giovane, conquistato, decide di cambiare faccia e di diventare il perfido Dart Fener. Questa sua nuova vita però ha come conseguenza quella di dover rompere i rapporti con Amidala, la donna che aveva sposato clandestinamente e che da lui partorirà due gemelli. Il duello finale tra Anakin e l'ex amico Obi-Wan Kenobi segna l'inizio di quello che succederà negli episodi successivi.

Valutazione Pastorale

"Episodio III" é l'anello che mancava per completare la vicenda. Dice Lucas: "La prima e la seconda trilogia formano insieme una saga di padri e figli. E' come un grande romanzo ottocentesco sulla fine di un'era...Ho messo molto di me in questi personagi: avrei voluto tanto essere Han Solo, ma la realtà è che sono più simile agli Skywalker, nel bene e nel male". La grande fiaba cominciata ventisette anni fa, in una situazione del cinema e del mondo della comunicazione in genere fortemente diversa da oggi, arriva a conclusione in modo impeccabile e coerente. Rinviando alla scheda del capitolo precedente per quanto attiene a contenuti e indicazioni anche 'simboliche' ("Star wars episodio II", 2002, cfr.) che in parte ritornano, va solo aggiunto che, dopo una parte iniziale un po' faticosa, la forza visiva e spettacolare del racconto esplode nella capacità di Lucas di essere narratore tanto pacato e misurato quanto incisivo e cinico al punto giusto. Nel frastuono di battaglie intergalattiche, il regista ha la lucidità per aprire di silenzi carichi di mistero, legando i due momenti con un montaggio di lievissima leggerezza. Mettendo accanto il cinema degli anni Settanta con quello dell'anno Duemila in una sintesi di grande efficacia. Una bella conclusione per un film che, dal punto di vista pastorale, é da valutare come accettabile, e semplice nello svolgimento e nella comprensione.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da proporre in molte circostanze anche per ragazzi, in abbinamento con gli altri episodi della saga.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film