STEP UP 4 REVOLUTION

Valutazione
Consigliabile, Semplice
Tematica
Amicizia, Danza, Famiglia - genitori figli, Musica
Genere
Musicale
Regia
Scott Speer
Durata
97'
Anno di uscita
2012
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Step Up Revolution
Distribuzione
M2 Pictures
Soggetto e Sceneggiatura
Amanda Brody basato sui personaggi creati da Duane Adler
Musiche
Aaron Zigman
Montaggio
Matthew Friedman

Orig.: Stati Uniti (2012), Sogg.: basato sui personaggi creati da Duane Adler - Scenegg.: Amanda Brody - Fotogr.(Scope/a colori): Crash (Karsten Gopinath) - Mus.: Aaron Zigman - Montagg.: Matthew Friedman - Dur.: 97' - Produz.: Adam Shankman, Jennifer Gibgot, Patrick Wachsberger, Erik Feig - ANCHE IN 3D.

Interpreti e ruoli

Ryan Guzman (Sean), Kathryn McCormick (Emily Anderson), Misha Gabriel (Eddy), Cleopatra Coleman (Penelope), Stephen "Twitch" Boss (Jason), Tommy Dewey (Tripp), Peter Gallagher (Bill Anderson), Mia Michaela (Olivia Brownyn), Megan Boone (Claire), Adam G. Sevani (Moose)

Soggetto

A Miami, Emily, con il sogno di diventare ballerina profesionista, si prepara all'esame per entrare nella prestigiosa Wynwood Dance Company. Conosce Sean, cameriere ma in realtà leader di un corpo di ballo chiamato "The Mob", specializzato in improvvise e spiazzanti incursioni all'aperto e in luoghi impensati come forma di protesta e di disturbo metropolitano. Conquistata dalla originalità di Sean, Emily riesce ad entrare nel gruppo, ma deve poi confrontarsi con il progetto del padre Bill che intende demolire tutti locali dove i Mob provano per modificare il quartiere. I contrasti tra Emily e il genitore vanno avanti con difficoltà, fino a quando la bravura e l'impegno di ragazzi non conquista anche il perfido costruttore. Tutto allora si risolve per il meglio.

Valutazione Pastorale

Anche in questo caso siamo al n°4 di una serie cominciata nel 200 . I cambiamenti sono a dire il vero ben pochi. La storia è talmente labile, banale e prevedibile da rasentare l'insulsaggine. Se però la scommessa di questi serial è di avere almeno uno sprazzo di vivacità, il risultato è raggiunto grazie alla indubbia fertilità inventiva dei numeri musicali, delle danze acrobatiche, delle musiche. Lo spettacolo dunque c'è, e soddisfa gli appassionati del 'genere'. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e del tutto semplice.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria per un pubblico giovanile in grado di apprezzare il taglio di espressione artistica proposto.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film