Supereroi

Valutazione
Consigliabile, Problematico, Adatto per dibattiti
Tematica
Amore-Sentimenti, Fumetti- Graphic novel, Metafore del nostro tempo
Genere
Drammatico
Regia
Paolo Genovese
Durata
113'
Anno di uscita
2021
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
Id.
Distribuzione
Medusa
Soggetto e Sceneggiatura
Paolo Genovese, Paolo Costella, Rolando Ravello
Fotografia
Fabrizio Lucci
Musiche
Maurizio Filardo
Montaggio
Consuelo Catucci
Produzione
Lotus Production

Tratto dall'omonimo romanzo di Paolo Genovese edito da Einaudi

Interpreti e ruoli

Alessandro Borghi (Marco), Jasmine Trinca (Anna), Greta Scarano (Pilar), Vinicio Marchioni (Vittorio), Linda Caridi (Tullia), Flavio Parenti (Gigi), Elena Sofia Ricci (Elena), Gwendolyn Gourvenec (Laurene), Giacomo Mattia (Ugo)

Soggetto

Rifugiatisi sotto lo stesso angolo per ripararsi dalla pioggia, Anna e Marco fanno una conoscenza rapida e occasionale. Destinata però a proseguire…

Valutazione Pastorale

All’origine di “Supereroi” c’è il romanzo omonimo di Paolo Genovese del 2020, diventato film lo stesso anno, ma rimasto bloccato dalla pandemia e uscito finalmente in sala il 25 dicembre 2021. Nato a Roma nel 1966, Genovese gira il primo film nel 2010 (“La banda dei Babbi Natale”). Dopo altri titoli di buon esito al botteghino, il grande successo arriva nel 2016 con “Perfetti sconosciuti”, commedia corale incentrata su equivoci e sorprese. “Supereroi” richiama, con evidenza, i blockbuster delle strisce Marvel diventati ormai parte integrante del nostro immaginario. La storia. Rifugiatisi sotto lo stesso angolo per ripararsi dalla pioggia, Anna e Marco fanno una conoscenza rapida e occasionale. Quando si vedono di nuovo lei si rivela un’appassionata di fumetti, una passione che ha trasformato in mestiere fino a proporsi come autrice per libri e riviste. Lui è professore di Fisica e perciò abituato a trovare in ogni evento una spiegazione logica. La dimensione affettiva cresce con lo scorrere degli eventi e lo spostarsi delle location: il racconto parte da Milano (una novità rispetto alle abitudini di incipit e svolgimenti “romani”) e passa da Copenaghen, Marrakech, Lucca, Ponza, come tappe di un controverso inseguirsi. In queste fughe Anna e Marco misurano la loro irraggiungibile, forse impossibile, ricerca della felicità. “Supereroi” diventa così una storia di coraggio e di sfida. Jasmine Trinca/Anna e Alessandro Borghi/Marco – protagonisti di forte convinzione – lottano fin quando possono ma alla fine si arrendono al prevalere del sentimento. Accanto a loro si muovono bene Greta Scarano, Linda Caridi e Vinicio Marchioni. E forse i “Supereroi” alla fine siamo noi, uomini e donne in balia della solitudine. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile, problematico e per dibattiti.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria, ben tenendo conto del risvolto drammatico della vicenda e della sua valenza metaforica rispetto alla nostra attualità.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca Film - SerieTv
Ricerca Film - SerieTV