THE CONSTITUTION – DUE INSOLITE STORIE D’AMORE

Valutazione
Complesso, Problematico, dibattiti
Tematica
Conflitti etnici, Famiglia - genitori figli, Omosessualità, Politica-Società, Razzismo, Storia
Genere
Drammatico
Regia
Rajko Grlic
Durata
93'
Anno di uscita
2018
Nazionalità
Croazia, Macedonia, Repubblica Ceca, Slovenia
Titolo Originale
Ustav Republike Hrvatske
Distribuzione
Cineclub Internazionale
Musiche
Duke Bojadziev
Montaggio
Andrija Zafranovic

Orig.: Croazia, Repubblica Ceca, Slovenia, Macedonia (2016) - Sogg. e scenegg.: Ante Tomic, Rajko Grlic - Fotogr.(Panoramnica/a col.): Branko Linta - Mus.: Duke Bojadziev - Montagg.: Andrija Zafranovic - Dur.: 93' - Produz.: Ivan Maloèa per Interfilm.

Interpreti e ruoli

Nebojsa Glogovac (Vjeko Kralj), Dejan Acimovic (Ante Samardzic), Ksenjia Marinkovic ; Bozidar Smiljanic (Maja Samardzic), Mladen Hren (MajaHrvoje Kralj), Matija Cigir (Ivan Staziae), Zdenko Jelcic (Bobanoviae), Robert Ugrina . (Padre Tomislav), Robert Ugrina . (Damir Pivac)

Soggetto

Quattro persone (un uomo adulto, il padre immobile a letto perché senza gambe; un poliziotto e la moglie) vivono nello stesso edificio e si evitano. Quando lei, infermiera, si offre di accudire l'uomo anziano, qualcosa li porta a interagire tra loro...

Valutazione Pastorale

Si tratta di un copione che mette in campo soggetto e sceneggiatura di grande intensità e di bella efficacia. L'incontro, casuale e quasi non voluto, tra quattro persone differenti e lontane tra loro (non solo per condizione ma soprattutto per identità) avviene sulla frontiera di un inatteso terreno comune: il testo della costituzione croata, una sorta di 'magna carta' di fronte alla quale contrasti e ripicche dovrebbero fermarsi. Il copione affronta con piglio forte e senza tacere tutte le differenze che dividono serbi e croati, le elenca, le denuncia, ne mette in luce la profonda dimensione (dis)umana. Le scorie della guerra, gli odi di un conflitto non sopito, gli strascichi di una condizione portata a discriminare uomo tra uomo e donna, a creare barriere verso i 'diversi' sono momenti attraverso i quali il racconto va avanti e coinvolge con un realismo di verità. Il film ha un andamento teso e vigoroso, probabilmente più esplicativo di tanti saggi per chiarire torti e ragioni delle nazioni nate dalla ex Jugoslavia. Dal punto di vista pastorale, è da valutare come complesso, problematico e adatto per dibattiti.

Utilizzazione

Il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e, più utilmente, in situazioni mirate, per cineforum e cinema d'essai, come avvio ad una ampia riflessione sul magma politico/culturale sorto sulle ceneri del vecchio stato jugoslavo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film