THE ROCK *

Valutazione
Discutibile, Violenze
Tematica
Genere
Avventuroso
Regia
Michael Bay
Durata
129'
Anno di uscita
1996
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
THE ROCK
Distribuzione
Buena Vista Inter-national Italia
Soggetto e Sceneggiatura
David Weisberg, Douglas S. Cook, Mark Rosner David Weisberg, Douglas S.Cook
Musiche
Nick Glennie
Montaggio
Richard Francis

Sogg.: David Weisberg, Douglas S.Cook - Scenegg.: David Weisberg, Douglas S. Cook, Mark Rosner - Fotogr.: (scope/a colori) John Schwartzman - Mus.: Nick Glennie-Smith, Hans Zimmer - Montagg.: Richard Francis-Bruce - Dur.: 129'-Produz.: Don Simpson, Jerry Bruckheimer

Interpreti e ruoli

Sean Connery (John Patrick Mason), Nicolas Cage (Stanley Goodspeed), Ed Harris (Francis Xavier Hummel), David Morse, John C.Mc Ginley, Bokeem Woodbine, Gregory Sporleder, Tony Todd, William For-sythe, John Spencer, Claire Forlani, Michael Biehn, Danny Nucci, Vanessa Marcil

Soggetto

Stanco di chiedere da anni che lo Stato onori i caduti in azioni militari segrete e riconosca alle famiglie benefici riservati ad altre vittime, il generale Francis Xavier Hummel, un eroe militare pluridecorato, dà sfogo alla sua violenta rabbia. Con un manipolo di uomini disposti a tutto acquisi-sce il controllo dell'isola di Alcatraz; prende in ostaggio un gruppo di turisti e chiede il pagamento immediato di una somma congrua che gli consenta di dare i tanto attesi risarcimenti. In caso di rifiuto lancerà sulla popolazione di San Francisco alcuni missili contenenti un letale gas nervino. La sopravvi-venza della popolazione della baia di San Francisco dipende da Stanley Goodspeed, un agente speciale dell'Fbi, esperto in armi chimiche, e da John Patrick Mason, ex agente dei servizi segreti britannici, l'unico evaso dall'an-tico penitenziario di Alcatraz, e ora detenuto in segreto da 30 anni in un car-cere federale. Mentre la scadenza fissata dai terroristi si avvicina inesorabilmente, la riluttante coppia, appoggiata da una squadra di assalitori scelti del-la Marina americana, affronta una impresa disperata: introdursi nella inespu-gnabile fortezza di Alcatraz per disattivare le testate chimiche prima che si compia il minacciato eccidio. Mason è un detenuto senza nome: non si fida di nessuno, ma accetta la possibilità di tornare in libertà che gli viene offerta. Mentre scorrono le ore, cadenzate dal rifiuto di desistere da parte del genera-le Hummel e dall'irrigidimento del Pentagono, gli incursori penetrano in Alcatraz, ma vengono in parte scoperti e decimati. Con i pochi superstiti Goodspeed e Mason arrivano ai missili, ma i ribelli hanno la meglio. I due riescono a far perdere le loro tracce nel labirinto sotterraneo di Alcatraz e Goodspeed riesce a disattivare tre dei cinque missili. Sembra che tutto volga al peggio, ma il generale, quando è il momento di ordinare il lancio dei mis-sili, ha un ripensamento. Nel frattempo la Marina arriva sull'isola con nuovi incursori ed ha il sopravvento sui terroristi. Ad operazione conclusa Good-speed, che aveva visto precedentemente lacerare il salvacondotto promesso ipocritamente a Mason, fa credere ai suoi superiori che questi sia scomparso in mare.

Valutazione Pastorale

Il film, realizzato con larghezza di mezzi tecnici, tipica di certo prodotto spettacolare americano, benché affidato a sceneggia-tori, registi ed interpreti di riconosciuto livello internazionale, risulta invero-simile in non pochi aspetti della sua concezione e realizzazione (autoiniezio-ne cardiaca, agilità spettacolare di un uomo che viveva da 30 anni in prigio-ne, sovrabbondanza di effetti al limite del "barocco"). Va tuttavia notata la denuncia della serie non indifferente di problemi che pone oggi certa politica di armamenti americana che crea un machiavellico uso del "segreto militare" e la coraggiosa esposizione di tante assurdità derivanti da un utilizzo spre-giudicato del potere. Le numerose scene di violenza motivano il giudizio.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film