THE SHIPPING NEWS – Ombre dal profondo

Valutazione
Accettabile, complesso**
Tematica
Famiglia, Psicologia, Solidarietà-Amore
Genere
Drammatico
Regia
Lasse Hallstrom
Durata
108'
Anno di uscita
2002
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
The shipping news
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Robert Nelson Jacobs, Annie Proulx tratto dal romanzo omonimo di Annie Proulx
Musiche
Christopher Young
Montaggio
Andrew Mondshein

Orig.: Stati Uniti (2001) - Sogg.: tratto dal romanzo omonimo di Annie Proulx - Scenegg.: Robert Nelson Jacobs, Annie Proulx - Fotogr.(Scope/a colori): Oliver Stapleton - Mus.: Christopher Young - Montagg.: Andrew Mondshein - Dur.: 108' - Produz.: Leslie Holleran, Linda Goldstein, Rob Cowan, Irwin Winkler - VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI.

Interpreti e ruoli

Kevin Spacey (Quoyle), Cate Blanchett (Petal Bear), Julianne Moore (Wavey Prowse), Judi Dench (Agnis Hamm), Scott Glenn (Jack Buggit), Pete Postlethwaite (Tert X.Card), Rhys Ifans (Beaufield Nutbeem)

Soggetto

Quoyle ha un passato che lo opprime, un lavoro che non lo soddisfa, una moglie, Petal, fedifraga ed egoista, ed una figlia piccola, Bunny, da crescere. La morte di Petal in un incidente stradale e quella dei propri genitori suicidi spinge il frustrato Quoyle a lasciare New York e seguire la burbera zia Agnis nella terra d'origine della sua famiglia, in un piccolo paese di pescatori sule coste del freddissimno Newfoundland. Qui Quoyle può iniziare una vita completamente diversa: diventa un giornalista apprezzato del piccolo giornale locale, comincia a frequentare la giovane vedova Wavey, che ha un figlio handicappato, e riscopre, anche dolorosamente, il misterioso passato della propria famiglia. I suoi avi erano crudeli pirati e suo padre aveva violentato la sorella Agnis. Questa, abortito il figlio frutto della violenza, aveva preso a disprezzare gli uomini, diventando omosessuale. Tra leggende e superstizioni, superando traumi e paure, Quoyle trova, finalmente, la fiducia e la stima in se stesso, e diviene una persona realizzata pronta ad affrontare una vita nuova al fianco di Wavey.

Valutazione Pastorale

Adattamento dell'omonimo romanzo, che ha fatto meritare all'autrice E.Annie Proulx il premio Pulitzer, il film porta in scena una storia drammatica non esente da venature di melodramma, vissuta da un'umanità sofferente in balia dei propri traumi. Oltre ad un accurato studio psicologico dei personaggi, il regista svedese dedica un'attenzione particolare alla insolita ambientazione nell'estremo nord del Canada: quella terra quasi ai confini del mondo svolge una funzione importante nell'economia del racconto, perché la freddezza della natura ostile cge vi domina favorisce la durezza del carattere e una certa superstizione ma nel contempo può divenire il terreno di riscatto dalla proprie paure. La storia procede attraverso uno sviluppo narrativi scandito da tutte le possibili varianti sul piano affettivo-sentimentale: adulterio, morte, suicidio, incesdto, omosessualità, problemi della paternità, con un contorno non secondario di leggende incombenti e fantasmi da scacciare. Una materia incandescente, a rischio di fotoromanzo, che invece la regia filtra attraverso un'idea di fondo: bisogna vivere le fasi difficili, perché la vita é un'evoluzione, c'é la possibilità di guarire dalle sofferenze e questo non avviene scartando ma recuperando il passato. Riscoprendo le radici e riappropriandosi del passato é possibile confrontarsi con le paure dell'infanzia e ricominciare a vivere. Il finale quindi riesce ad aprirsi alla concreta speranza di u futuro migliore. Anche se molto denso e con qualche passaggio di non immediata interpretazione, il film, dal punto di vista pastorale, è da valutare come positivo, accettabile quindi, e nell'insieme complesso. UTILIZZAZIONE: il film può essere utilizzato in programmazione ordinaria. Da recuperare sia per un confronto con l'inusuale ambientazione geografica nelle sue conseguenze esistenziali, sia nell'ambito dei rapporti cinema/letteratura. Attenzione pet i minori in occasione di passaggi televisi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film