THE STRANGERS

Valutazione
Futile, velleitario
Tematica
Male, Violenza
Genere
Thriller
Regia
Bryan Bertino
Durata
90'
Anno di uscita
2009
Nazionalità
Stati Uniti
Distribuzione
Universal Pictures Releasing Italia
Musiche
Tomandandy
Montaggio
Kevin Greutert

Orig.: Stati Uniti (2007) - Sogg. e scenegg.: Bryan Bertino - Fotogr.(Scope/a colori): Peter Sova - Mus.: Tomandandy - Montagg.: Kevin Greutert - Dur.: 90' - Produz.: Doug Davison, Nathan Kahane, Roy Lee.

Interpreti e ruoli

Liv Tyler (Kristen McKay), Scott Speedman (James Hoyt), Gemma Ward (faccia di bambola), Kip Weeks (uomo mascherato), Laura Margolis (Pin Up), Glenn Howerton . (Mike)

Soggetto

Finito il ricevimento di nozze di alcuni amici, Kristen e James si ritirano nella isolata casa di vacanza della famiglia di lui. L'atmosfera tra loro é strana, perché James ha chiesto a Kristen di sposarlo ma lei ha riposto che per il momento preferisce aspettare. Nel pieno della notte, tre sconosciuti con il volto coperto bussano alla porta. Per i due cominciano ore di terrore che si concludono alla mattina con la loro morte violenta.

Valutazione Pastorale

Un numero altissimo di delitti che rimangono senza movente e senza colpevole segna le cronache quotidiane negli Stati Uniti. Parte da questa informazione la storia che si limita solo a mostrare le fasi che portano alla eliminazione dei due giovani, dilatando gli attimi della loro inutile difesa. Così si crea certamente suspence, ma la tensione non é preceduta né seguita da qualcosa che ne motivi lo svolgimento. Non sappiamo niente: chi sono gli assassini, perché lo fanno, da dove vengono e dove vanno. Non ci sono scarti narrativi, non c'è dialettica drammaturgica. La materia resta al grado zero, appiattita sulla constatazione che questo é uno dei tanti casi destinati a restare insoluti. Un foglio da inserire in archivio e niente più. Poteva essere lo spunto per una storia sul mistero, che doveva però cominciare da qui. Invece qui finisce, con qualche momento certo violento ma senza mai diventare un vero horror. Così, dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come futile e nell'insieme velleitario.

Utilizzazione

Visti i molti limiti del prodotto, l'utilizzazione può anche essere trascurata, sia in programmazione ordinaria sia in altre occasioni. Attenzione é da tenere per minori e piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film