TOY STORY 2-WOODY & BUZZ ALLA RISCOSSA

Valutazione
Brillante, Raccomandabile, famiglie
Tematica
Film per ragazzi
Genere
Film d'animazione
Regia
John Lasseter
Durata
94'
Anno di uscita
2000
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Toy story 2
Distribuzione
Buena Vista International Italia
Soggetto e Sceneggiatura
Andrew Stanton, Rita Hsiao, Doug Chamberlain & Chris Webb John Lasseter, Pete Docter, Ash Brannon, Andrew Stanton
Musiche
Randy Newman
Montaggio
Eddie Bleiman, David Ian Salter, Lee Unkrich

Orig.: Stati Uniti (1999) - Sogg.: John Lasseter, Pete Docter, Ash Brannon, Andrew Stanton - Scenegg.: Andrew Stanton, Rita Hsiao, Doug Chamberlain & Chris Webb - Fotogr.(Panoramica/a colori): Sharon Calahan - Mus.: Randy Newman - Montagg.: Eddie Bleiman, David Ian Salter, Lee Unkrich - Dur.: 94' - Produz.: Helene Plotkin, Karen Robert Jackson.

Interpreti e ruoli

I personaggi del cartone animato con le voci della versione italiana: Woody (Fabrizio Frizzi), Buzz Lightyear (Massimo Dapporto), Jessie (Ilaria Stagni), Slinky dog (Piero Tiberi), Rex (Carlo Valli), Bo Peep . (Cinzia De Carolis)

Soggetto

Il cowboy Woody e l'astronauta Buzz sono i giocattoli preferiti del piccolo Andy, che li possiede da tempo e che anche loro amano molto. Quando per il bambino arriva il momento di partire per il campo estivo, i giocattoli si sentono come abbandonati. Approfittando dell'assenza del figlio, la madre allestisce un mercatino casalingo per liberarsi di tanti vecchi oggetti, e Woody, per errore, si ritrova tra le cose da vendere. Al,perfido collezionista proprietario dell'Al's Toy Barn, lo vede, chiede di comprarlo e, difronte al rifiuto della donna, decide di rapirlo. Di questo si rendono subito conto sia Buzz sia gli altri giocattoli della camera di Andy: Mr.Potato, Head,Slinky dog,Rex, Hamm che decidono di entrare in azione per salvare l'amico. Woody intanto si trova coinvolto in avventure imprevedibili. Nel magazzino di Al conosce la cow-girl Jessie,il vecchio cercatore d'oro Stinky Pete, il cavallo Bullseye che poi erano stati suoi colleghi in uno show televisivo anni '50 di grande successo. Ma Woody non sa che tutti sono destinati a finire sugli scaffali di un museo giapponese del giocattolo senza più che alcun bambino possa giocare con loro. Buzz allora organizza la squadra per recuperare l'amico. Dopo aver affrontato e superato numerosi ostacoli, il gruppo arriva all'aeroporto dove la cassa con i giocattoli sta partendo per il Giappone. Woody dapprima vorrebbe partire, poi ci ripensa, torna a casa e tutti i giocattoli si fanno trovare al loro posto, quando Andy torna dal campo estivo.

Valutazione Pastorale

A cinque anni di distanza da "Toy story", il numero 2 recupera gli stessi personaggi, aggiunge nuove, affascinanti soluzioni in campo tecnologico, compone uno spettacolo ancora una volta commovente e convincente. Si parte dall'idea che per un giocattolo la cosa peggiore é che il bambino che lo possiede diventi troppo grande per giocarci,e su questo piccola, importante constatazione prende il via una storia nella quale i giocattoli, pur muovendosi in modi quanto mai spigliati,rimangono sempre tali e visualizzano le mille sfumature dei loro rapporti con Andy. Nasce così e si delinea l'importanza del rapporto bambino-giocattolo,di ciò che si crea riguardo allo sviluppo della fantasia, dell'amicizia, dell'arricchimento reciproco. Originale e fresco, il film ha il merito di far capire che nuove tecnologie e sentimenti possono andare di pari passo e che certi valori non sono annullati dalla presenza del computer. Dal punto di vista pastorale, il film é molto positivo, da valutare come raccomandabile e brillante, e da segnalare per famiglie.

Utilizzazione

Il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da recuperare in tante circostanze come proposta intelligente per bambini e ragazzi, anche a livello familiare.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film