UN AMORE PASSEGGERO

Valutazione
Discutibile, Scabrosità
Tematica
Genere
Commedia
Regia
Alan Rudolph
Durata
99'
Anno di uscita
1990
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
LOVE AT LARGE
Distribuzione
C.D.I.
Soggetto e Sceneggiatura
Alan Rudolph
Musiche
Mark Isham
Montaggio
Lisa Churgin

Sogg. e Scenegg.: Alan Rudolph - Fotogr.: (normale/a colori) Elliot Davis - Mus.: Mark Isham - Montagg.: Lisa Churgin - Dur.: 99' - Produz.: David Blocker

Interpreti e ruoli

Tom Berenger (Harry Dobbs), Elizabeth Perkins (Stella Wynkowski), Anne Archer (NEss Dolan), Annette O'Toole (Mrs. King), Ted Levine (Frederick King/James Mc Graw), Ann Magnwon (Doris), Kevin J. O'Connor, Ruby Dee, Barry Miller

Soggetto

l'investigatore privato Harry Dobbs riceve l'incarico da una donna attraente e misteriosa, Miss Dolan, di pedinare Rick, il suo minaccioso play-boy da lei amato e temuto con uguale intensità sulla cui fedeltà ha molti dubbi. Il detective in base alla descrizione dell'uomo fatta dalla donna si mette sulle tracce di Frederick King la cui moglie è inconsapevole della doppia vita che conduce sotto le mentite spoglie del rude cowboy James Mc Graw a sua volta sposato con Ellen e padre di una bambina. Nell'espletamento del suo incarico il detective Harry è a sua volta pedinato, su mandato della gelosissima Doris, dall'inesperta Stella Wynkowski. Nello svolgimento delle indagini Harry non solo scopre l'identità di Stella verso la quale si sente attratto ma si accorge di aver pedinato, per errore, un altro uomo. Dopo inevitabili momenti di tensione e scenate di gelosia ogni equivoco viene chiarito: Miss Dolan si tranquillizza sulla fedeltà del suo Rick; King torna pentito dalla moglie legittima; Stella a sua volta innamorata di Harry, si libera del suo spasimante.

Valutazione Pastorale

una commedia degli equivoci di non facile comprensione per il concatenarsi di molteplici avvenimenti, a volte assai macchinosi. Il risultato è quello di un lavoro un po' irritante e vagamente noioso che, anche se partito su uno spunto di originalità, traduce i vari "triangoli" amorosi in un gioco scabroso piuttosto stanco e ripetitivo delle singole situazioni.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film