UN AMORE PERFETTO

Valutazione
Inaccettabile, fuorviante
Tematica
Amicizia, Famiglia - genitori figli, Giovani, Sessualità
Genere
Commedia
Regia
Valerio Andrei
Durata
90'
Anno di uscita
2002
Nazionalità
Italia
Titolo Originale
/////
Distribuzione
Columbia Tristar Films Italia
Musiche
consulenza musicale di Cesare Cremonini, Nicola Balestri, Walter Mameli
Montaggio
Patrizio Marone

Orig.: Italia (2001) - Sogg. e scenegg.: Cristina Farina e Luca Monesi - Fotogr.(Panoramica/a colori): Mauro Marchetti - Mus.: consulenza musicale di Cesare Cremonini, Nicola Balestri, Walter Mameli - Montagg.: Patrizio Marone - Dur.: 90' - Produz.: Lierka e Rita Rusic.

Interpreti e ruoli

Cesare Cremonini (Cele), Martina Stella . (Laura), Denis Fasolo (Berni), Carlo Simoni (il nonno), Chiara Sani, Maria Mazza., Giulia Weber, Sergio Romano.

Soggetto

A Rimini Celestino, detto Ceghe, e il suo migliore amico Bernie sono due calciatori costretti ad abbandonare il calcio a causa di una squalifica. Nella loro vita entra Laura, una ragazza che cambia continuamente lavoro. Entramni se ne innamorano, ma è Ceghe all'inizio ad avere la meglio, pur non rimanendole mai fedele. Ben presto tra i tre si crea quello che Ceghe chiama "un amore perfetto": un triangolo di sentimenti e di amicizia apparentemente senza invidia né rivalità. Tra scorribande notturne sulla riviera romagnola e qualche avventura da spiaggia, cui partecipa anche un altro amico, Nane, dedito all'autosoddifazione erotica tramite riviste e video specializzati, i tre finiscono per farsi coinvolgere in un traffico di uranio, scoperto spiando una coppia che alloggiava nell'albergo della famiglia di Ceghe. Quando Ceghe e Laura litigano ancora, le carte si rimescolano ed ora é Bernie a conquistare il cuore della ragazza: insieme decidono di andare a Milano, dove lui comincerà a lavorare. Ceghe, con l'aiuto di Nane e di altri, porta a termine il 'colpo', ma poi consegna l'uranio alla polizia. Si tiene però i soldi sottratti ai mediatori: tanti soldi che, nella sua leggerezza imparata dal nonno, fa arrivare anche agli amici, i quali ben volentieri li ricevono.

Valutazione Pastorale

Il film rientra nel filone giovanilista italiano e nel sottofilone di ambientazione sulla costiera romagnola, vista come luogo privilegiato di scorribande. Tra gli attori ci sono Cesare Cremonini, il leader dei Lunapop, gruppo musicale prediletto dagli adolescenti, e Martina Stella, giovane attrice emergente reduce da "L'ultimo bacio". Si tratta dunque di un film che vuole mostrare il mondo dei giovani d'oggi e lo fa descrivendo le loro difficoltà nel ricercare punti di riferimento. Questo disagio, tuttavia, non viene presentato come tale. La mancanza di ideali non viene considerata come una lacuna. Anzi il 'menage a trois' viene considerato appunto come 'un amore perfetto' e la soluzione all'insofferenza giovanile viene identificata nei soldi ottenuti con un furto. Il problema non sta, tuttavia, solamente in ciò che é rappresentato, quanto piuttosto nel fatto che il film mostra questa realtà parziale volendole attribuire un valore universale. C'è una generalizzazione, un continuo voler dire che tutti i giovani sono così. Quindi il film, nell'illustrare una realtà, la travisa e la propone come ordinaria. In questo modo i personaggi appaiono del tutto infondati. Strutturato come una soap opera e privo di pregi estetici, il film é inoltre carico di volgarità gratuite, immotivate e fini a se stesse. Dal punto di vista pastorale, è da valutare come inaccettabil, e fuorviante. UTILIZZAZIONE: sia in programmazione ordinaria sia in altre occasioni, l'utilizzazione é da escludere. Attenzione é da tenere per i minori in occasione di passaggi televisivi.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film