UNICO TESTIMONE

Valutazione
Accettabile, semplice
Tematica
Famiglia, Famiglia - genitori figli
Genere
Thriller
Regia
Harold Becker
Durata
90'
Anno di uscita
2002
Nazionalità
Stati Uniti
Titolo Originale
Domestic disturbance
Distribuzione
O1 Distribution
Soggetto e Sceneggiatura
Lewis Colick Lewis Colick & William S.Comanor & Gary Drucker
Musiche
Mark Mancina
Montaggio
Peter Honess

Orig.: Stati Uniti (2001) - Sogg.: Lewis Colick & William S.Comanor & Gary Drucker - Scenegg.: Lewis Colick - Fotogr.(Scope/a colori): Michael Seresin - Mus.: Mark Mancina - Montagg.: Peter Honess - Dur.: 90' - Produz.: Donald De Line, Jonathan Crane.

Interpreti e ruoli

John Travolta (Frank Morrison), Vince Vaughn (Rick), Teri Polo (Susan), Matthew O'Leary (Danny), Steve Buscemi (Ray), Susan Floyd . (Diane)

Soggetto

Divorziati da qualche anno, Frank e Susan devono fare i conti con il fatto che il figlio adolescente non è ancora riuscito ad adattarsi alla nuova situazione e reagisce dicendo bugie e inventandosi problemi inesistenti. Susan si sposa di nuovo con Rick ed è incinta. Rick riceve la visita di un certo Ray: si viene a sapere che, entramni rapinatori, erano in carcere nella stessa cella. Una notte Rick uccide Ray. Danny, che era nascosto nella macchina, vede tutto, lo dice il giorno dopo al padre, insieme i due vanno dalla polizia ma al loro racconto non crede nessuno. A casa Rick comincia a minacciareDanny. Il padre allora lo porta via e riapre la causa per l'affido. Mentre in tribunale, quando depone, Danny cade preda della paura, Frank indaga per proprio conto e scopre su un giornale che Rick era stato condannato per estorsione. Ora Susan capisce di aver sposato un delinquente. In un deposito in fiamme, Rick e Frank si affrontano, e Rick muore fulminato dalla corrente. Intorno a Susan, in ospedale, la famiglia si ricompone.

Valutazione Pastorale

Si tratta di una storia condotta sulle cadenze del thriller, sia pure senza particolari sussulti nè significative novità. Tutto si muove nell'ambito delle convenzioni narrative del 'genere'. Comunque la vicenda è ben realizzata, ben interpretata e tiene desta l'attenzione. Si muove anche su toni in controtendenza: pur con taglio commerciale, riesce infatti a richiamare l'attenzione sui problemi della separazione, sui guasti che lascia nei figli e sull'opportunità di crescere insieme per superare le difficoltà. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come accettabile e senz'altro semplice. UTILIZZAZIONE: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e da recuperare nell'ambito del rapporto cinema-famiglia, anche se si tratta di un prodotto di rapido consumo.

Le altre valutazioni

Sfoglia l'archivo
Ricerca un film
Ricerca Film - SerieTV